Basta sensi di colpa: stare senza far niente è fondamentale: ce lo spiega la scienza

ozio - modaeimmagine.it
Stare “senza far nulla” è preziosissimo – Modaeimmagine.it

Spesso conduciamo vite frenetiche, durante le quali non facciamo che rincorrere date, impegni e responsabilità, dimenticandoci quanto sia importante oziare.

Cos’è davvero l’ozio? Il “dolce far niente” viene inteso in questo caso specifico come tempo da dedicare all’ascolto di sé. Non si tratta di momenti trascorsi davanti alla televisione o a scorrere le bacheche dei social network.

Questo tipo di ozio, che si può definire passivo, in realtà non è altro che tempo dedicato alla distrazione e che, spesso, non ricarica le nostre energie mentali ma contribuisce a drenarle.

L’ozio attivo è invece un tempo in cui non siamo distratti ma assolutamente concentrati su noi stessi, sui nostri pensieri, sulle nostre sensazioni e sulle nostre aspirazioni.

Se, nel breve tempo dedicato al nostro “far niente”, riusciamo a dedicarci ad attività in grado di ricaricarci sia dal punto di vista mentale sia dal punto di vista fisico, allora avremo sicuramente speso il nostro tempo nella maniera migliore.

Quali sono le attività migliori per ricaricare le energie?

Dall’ozio attivo è strettamente necessario escludere tutte le attività che portano contenuti esterni alla nostra attenzione. Meglio evitare, quindi, libri, serie televisive, videogiochi e altre attività del genere per concentrarsi esclusivamente su se stessi.

La meditazione è una delle pratiche più utili a cui dedicarsi durante i periodi di ozio. Consente infatti di svuotare la mente da tutti i pensieri superflui, concentrandoci esclusivamente sul qui e ora. Contrariamente a quanto si possa pensare, le pratiche più elementari di meditazione sono molto semplici da eseguire: una delle più comuni consiste semplicemente nel respirare a occhi chiusi e concentrarsi solo sul proprio respiro svuotando la mente da ogni altro pensiero.

meditazione - modaeimmagine.it
La meditazione è semplice e può fare miracoli – Modaeimmagine.it

La scrittura dei sentimenti e gli hobby creativi

Un’altra attività molto utile, soprattutto quando abbiamo la sensazione di essere carichi di pensieri che non riusciamo a riordinare, consiste nel tenere un diario delle emozioni. Scrivere come ci sentiamo ogni giorno ci permetterà di prendere maggiore consapevolezza delle emozioni positive, sfogare quelle negative e far emergere quelle nascoste e ci darà tutti gli strumenti per entrare più in sintonia con noi stessi.

Anche dedicarsi a hobby creativi può essere un’ottima idea per chi, anche quando ozia, non riesce a stare con le mani in mano. Ricamare, dipingere, scrivere una poesia, preparare un dolce sono attività perfette per ricaricarci e aumentare la fiducia in noi stessi. L’importante è farlo spegnendo tutti i telefoni e chiudendo qualsiasi possibile canale di distrazione: si dovrà sempre avere il modo di concentrarci sul piacere che nasce dal fare quella singola attività.